Incontro con Keith Rabois sullo stato di VC, la sua ultima scommessa e chi sostiene come presidente

Incontro con Keith Rabois sullo stato di VC, la sua ultima scommessa e chi sostiene come presidente

È probabile che sia così per quanto tu sia occupato, Keith Rabois è ancora più impegnato. È un investitore attivo come socio accomandatario del Founders Fund, la società in fase iniziale co-fondata 18 anni fa da Peter Thiel. È anche CEO di OpenStore, la società che ha co-fondato nel 2021 per acquisire e ampliare i marchi commerciali sulla piattaforma Shopify. E ha due bambini piccoli da portare in giro.

Fa tutto principalmente da Miami, dove si è trasferito circa tre anni fa e da dove Rabois ci ha parlato recentemente di un sacco di cose. Tra questi c’era la politica (gli piacciono i candidati presidenziali americani Nikki Haley e il governatore Ron DeSantis, ma ha paragonato la “conoscenza di politica estera” di Vivek Ramaswamy a quella di suo figlio di due anni). Abbiamo anche parlato del motivo per cui la sua società di venture capital ha tagliato a metà il suo nuovo fondo, dell’accordo nel portafoglio dei Fondi dei Fondatori che sembra averlo più entusiasta in questo momento e di cosa pensa dell’ultimo manifesto di Marc Andreessen. Seguono estratti dalla nostra chat, modificati per lunghezza e chiarezza. Puoi ascoltare la nostra conversazione più lunga qui.

Quanto è grande il fondo che stai attualmente investendo?

Questa è una bella domanda perché avevamo annunciato una somma importante che alla fine abbiamo tagliato a metà. Non ricordo il numero ufficiale.

Mi chiedevo quando potremmo vedere accadere questo genere di cose. Un milione di anni fa, ovviamente, Accel e alcune altre società di venture capital ridussero le dimensioni del loro fondo di venture capital quando il mercato cambiò.

Dopo aver preso gli impegni, e mentre stavamo procedendo, ci siamo resi conto che non c’era un ottimo modo per generare rendimenti di rischio con un fondo di quelle dimensioni nel mondo in cui viviamo.

Quanto tempo trascorri effettivamente al Founders Fund in questo momento, dato che non sei solo il co-fondatore ma anche il CEO di OpenStore?

Sono un socio accomandatario di Founders Fund. Questa è la mia attività principale nella vita, trovare imprenditori straordinari e dare loro consigli, consulenza e denaro in modo che possano realizzare le loro ambizioni o aumentare le probabilità di successo. In secondo luogo, ho co-fondato un’azienda a Miami che conta circa 130 dipendenti e di cui ricopro il ruolo di CEO. La maggior parte delle persone del Founders Fund ha fondato aziende con successo. . . Ovviamente, ti aiuta a generare rendimenti perché hai un flusso di affari proprietario [but also] i tuoi consigli e consigli sono probabilmente più astuti e perspicaci. Il processo di gestione effettiva di un’azienda o di costruzione di un’azienda ti consente sia di commiserare i fondatori ma, si spera, anche di essere perspicace perché stai soffrendo per le stesse sfide.

I VC co-fondano aziende e talvolta le gestiscono come amministratori delegati, ma in genere non per sempre. È uno stato permanente o lo cederai a qualcuno tra sei mesi?

Ci sono traguardi chiave o momenti di svolta chiave e quando raggiungiamo quegli obiettivi diventa di più [about] eccellenza operativa e [less about] innovazione e problem solving, forse consideriamo un modello diverso. Ma risolvere i problemi e affrontare le sfide con soluzioni innovative è qualcosa che posso fare davvero bene.

Naturalmente i mercati ti interessano già da tempo. Hai anche co-fondato Opendoor. Il primo assegno del tuo nuovo fondo è andato a Traba, un mercato del lavoro che collega i lavoratori a ore con i centri logistici. È giusto? Perché è interessante?

Traba collega i lavoratori a ore alla maggior parte dell'”industria leggera” è il verticale ufficiale, che in genere è un magazzino e ci sono eventi ad hoc, come un grande concerto, dove sono necessari molti lavoratori. L’industria leggera ha mercati enormi – circa 50 miliardi di dollari l’anno – e pochissime persone hanno costruito prodotti per servire quell’industria. L’industria leggera dipende da un personale variabile: il 40% di tutto l’e-commerce avviene durante le festività natalizie, quindi non ha senso se gestisci un magazzino con dipendenti a tempo pieno per l’intero anno. E ci sono altre caratteristiche uniche e proposte di valore che i clienti aziendali richiedono in questo verticale, e Traba sta facendo molto bene nel definirle. Quindi ti espandi da lì.

Hai appena guidato il round di serie B di Traba, ma l’anno scorso ha anche raccolto una serie A guidata dal tuo ex datore di lavoro, Khosla Ventures, e Founders Fund si è unito a quel round.

La nostra storia con Traba risale a circa giugno 2021, quando abbiamo guidato il finanziamento iniziale. . .questa è la terza volta che Founders Fund investe [and at a] aumento significativo della valutazione, cosa piuttosto rara di questi tempi.

Qual è la sua valutazione post-money?

Non so se lo abbiamo rivelato oppure no. Direi che è aumentato in modo significativo: diciamolo come il 40% o più dal finanziamento precedente.

Avevi una relazione preesistente con il fondatore, Mike Shebat?

Quando mi sono trasferito a Miami, mi ha contattato su LinkedIn. All’epoca lavorava ancora come product manager presso Uber, ma sapevo nel profondo del mio cervello che voleva fondare un’azienda, quindi quando ha fondato Traba, eravamo entusiasti di guidare quel finanziamento.

Faire è un altro mercato in cui sei coinvolto. Collega marchi indipendenti e rivenditori. Sei nel consiglio. Anche la sua valutazione è aumentata vertiginosamente. Le è stata assegnata una valutazione di 7 miliardi di dollari nel giugno del 2021, poi improvvisamente una valutazione di 12,4 miliardi di dollari più tardi nello stesso anno. Ho visto che l’anno scorso ha raccolto un’estensione di 416 milioni di dollari, quindi cosa succede adesso?

Varrà decine di miliardi di dollari. Letteralmente, al YC Demo Day, quando hanno presentato, una volta terminata la presentazione, ho detto: “Quella è un’azienda da 100 miliardi di dollari proprio lì”. I fondatori sono fantastici, i parametri sono ottimi, le opportunità di mercato meravigliose, anche se la maggior parte delle persone se le sono perse.

Ma c’è un round negativo prima che diventi pubblico? È un mercato difficile in questo momento.

Non credo che la società avrà bisogno di più capitale.

Probabilmente avrai notato che non abbiamo guidato nessuno di questi due finanziamenti. Quindi altre persone potrebbero aver passato anni a pagare prezzi che potevano o meno avere senso, giusto? Ma penso al Founders Fund. Eravamo piuttosto disciplinati [Khosla Ventures] ai miei tempi. I miei sei anni lì sono stati estremamente disciplinati. Quindi, se il resto del mondo vuole perdere denaro come venture capitalist, a volte è nell’interesse del fondatore prendere quei soldi, soprattutto se riescono a trasformarli in una reale trazione. Ma fortunatamente un’azienda come Faire ha dati finanziari davvero buoni e sta ottenendo ottimi risultati. Dubito che faremmo un altro finanziamento privato

Stai facendo molto sul mercato secondario?

Occasionalmente acquistiamo azioni secondarie, siamo aperti a questo. Non direi mai, ma molto raramente compreremo titoli secondari senza una posizione primaria massiccia e sostanziale [first]ma non abbiamo alcuna avversione all’acquisto di un secondario.

Sei un investitore in OpenAI?

Noi siamo. Il Fondo dei Fondatori ha investito nel finanziamento più recente.

Delle azioni secondarie: azioni dei dipendenti.

Sì, lo sono. È una transazione estremamente complicata, ma sì.

È questo il round appena condotto da Thrive Capital, in un accordo che ha valutato la società a 80 miliardi di dollari?

No, il turno precedente.

La settimana scorsa Marc Andreessen ha pubblicato il suo ultimo manifesto. Cosa ne pensi?

Voglio dire, è direzionalmente interessante. Ovviamente credo nella tecnologia del futuro. Non sono uno di questi scettici tecnologici, altrimenti non avrei fatto investimenti di rischio, investimenti angelici o attività imprenditoriali per 23 anni della mia vita.

Non penso che sia particolarmente unico in alcun senso. Ma penso che avere un documento tangibile e concreto per radunare le persone, per ricordare alle persone perché facciamo quello che facciamo, per ricordare loro che ci sono molte persone che credono, sia in realtà molto promettente. Perché se leggessi il New York Times ogni giorno, saresti molto depresso.

Sei schietto sul fronte politico. Personalmente non mi interessa questa cosa, ma ho visto che stavi sostenendo Ron DeSantis e ora conduci raccolte fondi per Nikki Haley.

Adoro il governatore della Florida. Non potremmo essere più felici qui. Penso che il governatore DeSantis sia di gran lunga il miglior governatore del paese. Sostengo Nikki Haley come presidente. Penso che sia fenomenale. Sarò super emozionato quando sarà nominata; se lo è, sconfiggerà facilmente Biden. Sarà come una frana. Quindi ne sono entusiasta. Ma non è una critica al governatore. Abbiamo delle restrizioni. Come forse saprai, non posso dare soldi al governatore della Florida. Abbiamo LP che sono entità statali. Quindi ci sono restrizioni molto significative sui VC che danno soldi a funzionari eletti dallo stato, il che significa che anche se volessi dargli dei soldi, mi è legalmente vietato farlo.

Ma pensi anche che abbia una possibilità migliore.

Lei è fenomenale.

Cosa ne pensi di Vivek Ramaswamy? È un imprenditore.

Penso che sia un clown. È un uomo d’affari esperto, ma non credo che si renda conto che la politica è reale, ed è una cosa molto seria e non qualcosa che si impara in un attimo. Le sue idee di politica interna sono in realtà piuttosto buone e direzionalmente corrette. Alcune delle sue critiche culturali sono precise. Ma il suo livello di conoscenza della politica estera è letteralmente come il mio bambino. Il mio bambino di due anni probabilmente sta meglio [sense] di lui. Due mesi fa, durante il dibattito repubblicano, ha proposto di tagliare i fondi a Israele, cosa che sarebbe stata letteralmente la decisione più catastrofica presa da un americano negli ultimi 50, 60, 70 anni. Sta cercando di riportare indietro quella roba, ma continua a fare errori stupidi e ignoranti. Fa sembrare Trump incredibilmente disciplinato e intelligente, il che è, sai, un risultato in sé e per sé.

It is important to emphasize that the information presented in the article Incontro con Keith Rabois sullo stato di VC, la sua ultima scommessa e chi sostiene come presidente
is the result of thorough research and reliable sources but may be subject to changes and updates after the publication date of this article.

Source Incontro con Keith Rabois sullo stato di VC, la sua ultima scommessa e chi sostiene come presidente

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Select your currency
Apri la chat
💬 Hai bisogno di aiuto?
Ciao👋
come ti posso aiutare?